Per le scuole

Riteniamo che il teatro sia da sempre intimamente correlato alle azioni, ai pensieri e alle emozioni degli individui, alla restaurazione dell’integrità della parola, della voce e in senso più ampio alla produzione di socialità e di partecipazione democratica.
Proprio per queste sue potenzialità oggi si riscontra una sempre maggiore richiesta dell’intervento teatrale in molteplici ambiti, soprattutto la dove si sente la necessità di recuperare e potenziare gli aspetti legati alla collettività, al confronto, alla crescita e alla ricerca di nuove modalità di espressione, di rappresentazione e relazione di vita.
Il progetto che sta alla base delle nostre proposte si inserisce in quest’ottica.
Sono previsti perciò vari percorsi teatrali che vogliono essere una opportunità formativa per i ragazzi.
Essa viene basata sul metodo di un fare teatro attivo che sia attento alla soddisfazione della dimensione educativa, legata ai bisogni,ma che non perda mai di vista quella istruttiva legata all’aspetto intellettuale e critico della formazione pedagogica.
I percorsi proposti si basano su modalità di lavoro che provengono dalla ricerca teatrale più avanzata, sia dal punto di vista pedagogico che artistico e che tutti i nostri operatori hanno assimilato attraverso molti anni di collaborazioni e impegni formativi e lavorativi nei teatri e nei circuiti più prestigiosi del panorama nazionale teatrale.
le attività che proponiamo sono modulate in fasce di età e per aree tematiche.
Tenendo conto delle rispettive capacita’ legate alle differenti eta’ degli alunni,i progetti che sottoponiamo alla vostra attenzione partono dalla fascia di eta’ di cinque anni per arrivare alle ultime classi della scuola media inferiore.
Si parte dai cinque anni per arrivare fino alle ultime classi della media inferiore e si tiene conto delle rispettive capacità e differenze che ogni età e i temi scelti comportano.
Naturalmente le proposte diventano sempre piu’ complesse man mano che cresce l’età degli utenti ma il teatro viene sempre utilizzato come strumento per fare esperienza di processi cognitivi, affettivi e relazionali e per poter elaborare criticamente il lavoro svolto all’interno di un contesto ludico e sociale, dove assume un valore aggiunto il coinvolgimento globale psicofisico degli alunni.
“Il Teatro va a scuola” non si propone di formare degli attori in erba ma ha come obbiettivo di promuovere consapevolezze e competenze, di valorizzare i linguaggi espressivi verbali e non verbali,di imparare a fare,di rilevare il potenziale espressivo dei ragazzi, di sviluppare le competenze del singolo e del gruppo,di far acquisire e sviluppare le capacità di percezione, di comprensione e partecipazione al mondo circostante. Infine scopo ultimo ma non meno importante e’ quello del riconoscimento e della regolazione delle proprie emozioni da parte degli alunni nelle diverse fasce di eta’, attraverso la sperimentazione pratica e l’approfondimento della dimensione creativa. 

TEATRO SCUOLE DELL’ INFANZIA

La nostra proposta per il Teatro d’infanzia si basa su un approccio di tipo globale e istintivo che punta a valorizzare la condotta che il bambino mette in atto naturalmente, senza particolari preoccupazioni per gli aspetti più strettamente legati alla tecnica del teatro stesso. E quando si parla di approccio di tipo globale e istintivo si fa riferimento al naturale piacere legato al gioco di finzione;un gioco che si sviluppa dall’interazione di tutti i mezzi espressivi, senza differenze di sorta legate a linguaggi o tecniche particolari.
Quello che proponiamo non è tanto un allenamento ad un uso corretto del linguaggio teatrale ,ma bensì la costruzione e la creazione di contesti di gioco nei quali, a seconda dei casi, la teatralità è più o meno evidente anche se costituisce sempre l’elemento trainante delle attività, proposte.

TEATRO SCUOLE PRIMARIE

Classi I e II
Con le prime classi della scuola primaria le nostre proposte mantengono gli elementi del gioco, della globalità e istintività che troviamo nei percorsi della scuola dell’infanzia. Tuttavia, iniziamo a soffermarci, maggiormente, su alcune valenze teatrali come il fare qualcosa per un pubblico senza però, eccessive preoccupazioni riguardo all’interpretazione di personaggi definiti. Nel corso delle attività si richiederà al bambino soprattutto di essere se stesso e di utilizzare il proprio corpo, la propria voce e la propria capacità di inventare per partecipare con una certa libertà al gioco teatrale. Lo scopo delle attività è di creare insieme ai bambini un contesto dove anche piccoli gesti quotidiani, ritmi, espressioni e attitudini personali possono acquisire poeticità e valore grazie all’elemento teatro.

Classi III, IV e V

Con le ultime classi della scuola primaria le nostre proposte mirano a far si che i bambini divengano sempre più autonomi e consapevoli nel gestire la materia teatro e gli elementi tecnici che lo caratterizzano come la voce, il gesto, l’emozione, la relazione con gli altri, il testo e il pretesto. Difatti le proposte mantengono al loro interno alcune ore dedicate alla propedeutica dove i fondamenti del fare teatro esplorati con le prime due classi vengono mantenuti.
Lo scopo principale di tutte le proposte è far si che i bambini trovino nel fare teatro un tempo e un luogo per esercitarsi ad una comunicazione sempre più consapevole che privilegia sia gli aspetti verbali che non verbali e che trova il proprio fondamento e il proprio colore nelle relazioni e negli affetti.